L'igienista Dentale

Annunci di Lavoro

Notizie sugli Odontoiatri

Tra le figure che ritroviamo nel campo dell'odontoiatria, oltre naturlamente a quella principale dell'odontoiatra, compare anche quella dell'igienista dentale.

Navigare Facile

Essa è una figura professionale laureata che esercita la propria professione in completa autonomia anche se fa sempre riferimento alle indicazioni dell'odontoiatra, operando però come libero professionista in propri studi o studi associati senza obblighi di orario e di presenza come invece accade per l'odontoiatra.

L'igienista dentale si occupa principalmente di prevenire le patologie che affliggono il cavo orale e i denti, inoltre promuove la salute orale in modo tale da permettere un miglioramento della salute del paziente, ma anche di migliorare l'estetica e l'autostima.

Food

Per potere effettuare la professione di igienista dentale, bisogna essere laureati con una lspecializzazione di tre anni in igiene dentale con relativa abilitazione alla professione sanitaria, una volta conseguita la laurea ci si avvale del titolo di Dottore in igiene dentale.

In realtà non ci sono degli albi a cui è necessario iscriversi per potere esercitare; il corso di laurea in igiene dentale dura tre anni, dopodichè ci si specializza in scienze delle professioni sanitarie tecniche ed assistenziali, dove il corso ha una durata di due anni; al termine di ciò, si effettua un master di I° e II° livello che dura da uno a due anni.

L'igienista dentale principalmente si occupa di: rilevare i parametri biometrici parodontali; compilare una cartella clinica ai fini diagnostici, eseguire esami specifici ai fini della diagnosi; usare mezzi diagnostici idonei che permettano di evidenziare la placca batterica. Effettuare la rimozione (meccanica o manuale) di placca batterica e di tartaro dalle superfici dentali e implantari, effettuare la lucidatura delle superfici dentali; rilevare ed evidenziare i fattori di rischio legati all' insorgenza e progressione delle patologie di denti e mucose, fornire consigli per una corretta alimentazione; eseguire diverse consutazioni in base alle tipologie e caratteristiche di ogni paziente. Segnalare al dentista i segni e sintomi della presenza di patologie sistemiche, che non sono state diagnosticate; eseguire manovre di profilassi del cavo orale come le applicazioni topiche di fluoro, le sigillature dei solchi, ecc. Segnalare al dentista, la presenza di fattori ritentivi per placca e tartaro e infine prescrivere cure mediche e prodotti per l'igiene orale ed eseguire sbiancamenti dentali.